Pages

sabato 22 luglio 2017

Review of the Week #194 Tsugumi - Banana Yoshimoto

Buon pomeriggio a tutti! Come state?
Ero così talmente presa dal fare i post per la prossima settimana che mi stavo dimenticando il post di oggi >.< Ma sono una persona un po' sbadata e questo lo saprete già perchè dopo un po' mi avrete anche capita eh xD Voi cosa farete oggi? Io in teoria dovrei andare a fare il regalo alla mia amica... Siamo in 6 ma ovviamente devo andarci io -.- Lasciamo perdere questo discorso perchè mi viene solo il nervoso! Comunque ora vi lascio al post, sperando sia piacevole per voi! :D



Review of the Week è una rubrica a cadenza settimanale, postata solitamente il sabato, nella quale si recensisce un determinato libro letto in precedenza, con annessa votazione.

Questa settimana: Tsugumi di Banana Yoshimoto 




Titolo Tsugumi
Autore Banana Yoshimoto
Prezzo € 7,00
Dati 2013; 158 p., Brossura
Editore Feltrinelli
Traduzione A. G. Gerevini
ISBN 9788807880865
È la storia di due ragazze, Maria (che narra in prima persona) e Tsugumi. A diciannove anni Maria lascia il piccolo paese sul mare per trasferirsi a Tokyo e iscriversi all'università. Anni dopo, decide di tornare al paese per le vacanze, dove ritrova Tsugumi, l'eroina del romanzo, bellissima e dispotica ragazza. Tutti tentano di essere indulgenti con lei, sperando di renderle migliore la vita che le resta. Infatti le è stata diagnosticata dalla nascita una malattia incurabile. Terminate le vacanze, Maria sta per tornare a Tokyo ma le condizioni di Tsugumi peggiorano e pare non ci sia più niente da fare. All'ultimo momento Tsugumi si salva, sentendosi vicina alla morte però aveva scritto a Maria una lettera-testamento e con questa si chiude il romanzo.



La mia recensione:
Maria e Tsugumi sono cugine e fin da piccole trascorrono molto tempo insieme. Le due cugine passeranno un'estate insieme al mare che le farà crescere e avvicinare. 
Sinceramente conoscevo l'autrice solo per sentito dire. Non avevo idea dei suoi libri ma questo, dalla trama, sembrava interessante.
A raccontarci le vicende, è Maria, attraverso un linguaggio abbastanza semplice che scorre bene. Seppure chi ci racconta la storia è maria, colei che impariamo a conoscere di più, è Tsugumi. Gli avvenimenti girano intorno a lei, infatti.
Tsugumi è sempre stata cagionevole di salute. E' stata costretta a letto in vari periodi della sua vita e ciò l'ha resa una persona poco simpatica, scorbutica e non troppo apprezzata dagli altri, almeno in apparenza. In effetti, se la si conosce, se si sa come prenderla, la medaglia cambia facciata. Riusciamo a capire questo personaggio, a percepire i suoi cambiamenti dovuti al malessere e alle sue esperienze.
Maria ha un carattere molto meno particolare, è tranquilla e non ama il caos.
Quello che si crea, durante quest'estate che ci viene raccontata più nello specifico, è un legame quasi indissolubile.
Ammetto che la lettura non mi andava a genio, il personaggio di Tsugumi mi era odioso, non capivo bene. 
Fortunatamente, le cose sono andate molto meglio!
Della storia ho apprezzato la sua possibile autenticità, il personaggio di Tsugumi sembra reale così come ciò che accade. Mi è piaciuto il legame che lentamente si crea tra le due cugine, un legame  fatto di alti e bassi, ma forte.
Inoltre, anche la crescita, il cambiamento delle due ragazze ha rafforzato questo aspetto realistico del libro. 
Sicuramente vorrò leggere altro dell'autrice. Concludo dicendo che questo libro è in grado di far riflettere, far divertire e commuovere, per cui ve lo consiglio!


La mia votazione: 
 Interessante!





Bene, per questa recensione ho finito! :D Sono abbastanza soddisfatta anche se, forse, avrei potuto dire qualcosa in più per farvi capire in toto di cosa tratta il libro! Per questo, però, c'è la trama e poi lo sapete quanto non mi piaccia svelare troppo! La lettura, secondo il mio punto di vista, va fatta quasi al buio, proprio per goderne al massimo! So che molti di voi, invece, non la pensano come me, ma cosa posso farci? Voi conoscete l'autrice (ovviamente sì!)? Vi interessa leggere qualcosa scritto da lei o no? Fatemi sapere tutto ciò che volete e noi ci sentiamo, al solito, domani! :D
Ika.

2 commenti:

  1. Ottima recensione! ;D
    Sai che l'ho finito anch'io di recente? Soltanto ieri, a dire la verità... Nel complesso è piaciuto anche a me, soprattutto dal punto di vista di ambientazione e atmosfere: sono arrivata a pensare alla Yoshimoto come al concetto stesso di Nostalgia fatta persona, uno stato d'animo che mi indispone, mi elettrizza e mi fa venir voglia di piangere al tempo stesso! XD
    Ti consiglio di leggere anche "Kitchen": per il momento è l'unico altro libro di Banana che abbia letto, ma l'ho davvero adorato! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? Non so se era tra quelli dell'autrice che mi ispirava! Comunque grazie per il consiglio :)

      Elimina

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥