martedì 22 agosto 2017

Ika vi saluta... per ora!

Buongiorno a tutti cari Dreamers!
Come state?
Era tantissimo ormai che non mi mettevo al pc a scrivere su questa pagina bianca, ma dato che i post sono stati programmati fino a ieri, oggi ho pensato di lasciarvi un post, perchè sapete quanto io non sopporti lasciarvi a mani vuote!

Il fatto è che la "vacanza" si è protratta fino ad ora e sta ancora continuando. Ero certa di tornare a casa prima e invece a causa di varie circostanze, sono ancora qui in Toscana a casa dei miei zii. 
Da questa esperienza, mi porterò dietro tanti kg in più (mia zia non cucina affatto leggero e quindi è un vero casino!), una consapevolezza maggiore sul mio carattere e su quello dei miei famigliari, la certezza che i problemi sono in tutte le famiglie e che non tutto ciò che luccica è oro. Ho capito che ogni persona ha un lato piacevole e uno che bisogna imparare ad accettare, perchè è così, perchè non si può cambiare. Mi sono resa conto che non ho la peggiore delle vite, nè la migliore. Che si può lavorare per migliorare e che si deve fare per noi stessi e per gli altri. Ci sono tante cose che potrei dire di questa esperienza, potrei scrivere per tanto tempo. Ma, in linea generale, penso di essere cambiata, di essere cresciuta. Per ora, però, devo dirvi che il blog andrà in pausa. Sapete quanto mi dispiaccia lasciarvi a "secco", ma non mi sento di dirvi che scriverò, quando invece non avrò voglia o tempo. Mi prenderò una pausa, piccola o grande che sia, perchè penso che ogni tanto ci stia. Ogni tanto è giusto prendersi del tempo per sè, e soprattutto allontanarsi un po' dalla tecnologia. Perciò, per adesso, dichiaro Dreaming Wonderland "CHIUSO PER FERIE"!



Quindi sì, per ora vi saluto! Potrei tornare già tra un paio di giorni oppure tra settimane, non ne ho proprio idea! Ma mi sembrava corretto avvisarvi! Non che sentireste la mia mancanza, ma è una forma di rispetto per me, almeno! Detto questo, vi auguro di trascorrere questi ultimi giorni di vacanza nel migliore dei modi, proprio per ripartire più carichi che mai a settembre! Un abbraccio e a presto (si spera)!
Ika.

lunedì 21 agosto 2017

Cover Love #199 Tutte le volte che ho scritto ti amo

Buon pomeriggio a tutti e buon lunedì! Come va?
Spero, come sempre, tutto bene! Allora, questo è l'ultimo post che sono riuscita a pianificare per questo periodo in cui sono in "vacanza", per cui, nel caso in cui non fossi ancora tornata, non so se vedrete post pubblicati! Se, invece, sono già a casuccia, ovviamente tornerà tutto normale o magari lascerò questa programmazione per tutto agosto! Cosa state facendo? Avete già buoni propositi per l'anno "lavorativo" che sta per iniziare? Ora vi lascio al post :3


Cover Love è una rubrica settimanale, postata il lunedì nella quale mostro le cover in giro per il mondo di un determinato libro e decreto la migliore e la peggiore, secondo il mio personale punto di vista.

Questa settimana: Tutte le volte che ho scritto ti amo di Jenny Han






Cover Originali
 


Cover Francese


Cover Olandese


Cover Spagnola


Cover Portoghese


Cover Polacca


Cover Italiana


Benissimo! Queste sono tutte le copertine che ho trovato in giro per il web! Sono varie ma purtroppo sono tutte quasi uguali >.< Però dobbiamo comunque scegliere quindi ci baseremo sui dettagli, no? Non possiamo fare altrimenti! Allora, sono un po' indecisa per la migliore! Trovo tanto carina quella italiana ma forse la mia preferita è la seconda copertina originale. Mi piace che la ragazza sia più vicina e mi piace il font e il modo in cui è stato impaginato il tutto. Ora passiamo a quella che mi piace di meno! In realtà è più difficile perchè trovo le copertine tutte carine ç_ç Come faccio? Uff! Direi la copertina spagnola perchè non mi fa impazzire il font scelto e la sua grandezza! Basta come giustificazione?




Questo è tutto! Mi spiace che le copertine siano tutte un po' simili tra di loro, anzi, togliendo quella polacca, a differenziarle sono solo alcuni dettagli! Ma io non ho colpe ù.ù Anzi, da una parte è anche una cosa positiva! Delle volte modificano così tanto le cover che non si sa se quello è lo stesso libro tradotto in un'altra lingua! Non credete anche voi? Inoltre, avete letto questo libro? A me dalla trama sembrava molto carino, però chi lo sa! Quindi, se volete, fatemi sapere la vostra opinione sia sul libro stesso che sulle cover! Altrimenti ci sentiamo al prossimo post :3
Ika.

sabato 19 agosto 2017

Review of the Week #198 Starcrossed - Josephine Angelini

Buon pomeriggio a tutti! Come state?
Spero bene, come sempre! Ormai questa è la frase con cui introduco tutti i post xD Anyway, la mia vacanza toscana sta per terminare (almeno da quello che penso io, potrebbe non essere così!) e quindi chissà se mi sarò sentita soddisfatta da me stessa, chissà quanti kg avrò preso (qui niente dieta e cibo a gogo) e quante esperienze avrò fatto. Magari sarò la stessa, magari non avrò fatto proprio nulla, magari sarò tornata dopo 2 giorni a casa perchè avrò litigato con mia cugina xD Sì, sono molto positiva, però ora i lascio al post, con tutti i forse e i magari.


Review of the Week è una rubrica a cadenza settimanale, postata solitamente il sabato, nella quale si recensisce un determinato libro letto in precedenza, con annessa votazione.

Questa settimana: Starcrossed di Josephine Angelini




Titolo Starcrossed
Autore Josephine Angelini
Prezzo € 6,90
Dati 2013; 464 p., Brossura
Traduzione M. Rossari
Editore Giunti Editore
ISBN 9788809788237
Helen, timida adolescente di Nantucket, sta quasi per uccidere il ragazzo più attraente dell'isola, Lucas Delos, davanti a tutta la sua classe. L'episodio si rivela essere qualcosa di più di un mero incidente. Helen teme per la sua salute mentale: ha iniziato ad avere incubi di notte e allucinazioni di giorno. Ogni volta che vede Lucas le appaiono tre donne che piangono lacrime di sangue. Il tentato omicidio porta Helen a scoprire che lei e Lucas non stanno facendo altro che interpretare i ruoli di un'antica tragedia d'amore. Le apparizioni femminili rappresentano infatti le Erinni. Helen, come l'omonima Elena di Troia, è destinata a dare inizio alla guerra a causa della sua relazione con Lucas. I due scoprono sulla loro pelle che i miti non sono leggende. Ma è giusto o sbagliato stare con il ragazzo che si ama se questo significa mettere in pericolo il resto del mondo? Come si sconfigge il destino?


La mia recensione:
Helen è una ragazza apparentemente normale che vive con suo padre su un'isola. Tutto comincia a cambiare quando arriva la famiglia Delos, ma soprattutto quando Lucas Delos tenta di ucciderla tra i corridoi della scuola. Per quale motivo? Nemmeno lei lo sa. E tra sogni fin troppo realistici e strani avvenimenti, capirà che questo è solo l'inizio...
Questo libro era nella mia WL da anni ormai e finalmente sono riuscita a leggerlo! 
Helen si presenta e ci presenta la sua vita facendoci capire anche i tratti generali del suo carattere. Fin dall'inizio a farlo, però, non è direttamente lei perchè il narratore è esterno ma onniscente. La sua è una vita più o meno tranquilla se non fosse per sua madre che l'ha abbandonata da piccola facendo scomparire le sue tracce. Con l'arrivo della famiglia Delos, le cose saranno destinate a cambiare. Quest'ultima è una famiglia molto particolare, composta da persone molto belle e fascinose. Nello specifico, impariamo a conoscere Luca ed Hector ma non solo. Credo che gli altri personaggi potrebbero essere approfonditi negli altri libri.
Lucas è il bello e impossibile. Non perchè sia il bad boy, ma perchè impossibile che esista. E' bello da mozzare il fiato, con un animo dolce, sensibile, leale, passionale. Potrei continuare con le lodi. Inutile dire che io abbia apprezzato maggiormente Hector, secondo me molto più realistico. 
Helen, invece, è forte per ciò che la vita le ha tolto, ma insicura. E' in possesso di poteri che nemmeno immagina, ma la cosa non sembra stupirla più di tanto, così come accade agli altri personaggi "esterni" alla vicenda quando capiscono ciò che è in grado di fare Helen e la sua discendenza.
Insomma, tutto la prendono come se nulla fosse. La sua discendenza, infatti, deriva dal mito greco ed era la prima volta che leggevo qualcosa del genere. 
Questo fattore mi è piaciuto. Credo sia la cosa migliore del libro, la storia generale e i vari intrecci. Il problema, oltre a quelli già detti, è anche la scrittura. L'ho trovata un po' infantile, scorrevole sì, ma poco lineare; i personaggi quasi tutti privi di spessore; infine, il suo essere molto poco realistico nelle vicende e situazioni in cui avrebbe dovuto esserlo.
Mi spiace che alla fine questa lettura sia stata poco incisiva. Per la sua trama aveva un grande potenziale che però l'autrice non è stata in grado di sfruttare al meglio. 
Tutto sommato, anche se niente di che, ho trovato la storia carina, quindi penso che continuerò la serie prima o poi!


La mia votazione: 
 Carino!


Benissimo! Anche per questa recensione è tutto! Sono abbastanza contenta di come ho espresso le mie opinioni, stavolta! Penso di aver fatto capire, senza svelare troppo, cosa ho provato, cosa mi è piaciuto e cosa no! Voi avete letto questo libro? So che non è piaciuto molto, però io ho voluto lo stesso mettervi la recensione perchè si parla di tutti i libri, non solo di quelli belli e piacevoli del tutto, no? :) Se volete, fatemi sapere con un commento cosa ne pensate, altrimenti, al solito, ci sentiamo al prossimo post! Buona serata!
Ika.

giovedì 17 agosto 2017

#53 TAG: Libri che non leggerò mai!

Buon pomeriggio a tutti! Come state?
Sapete che giorno è oggi? Ma sì, è il 17! Il che significa che è il complymese del blog! Sapete da quanti mesi è aperto, ormai? Bè, è difficile anche fare il conto xD Però il prossimo mese sarà il compleanno, quindi un traguardo importantissimo! *-* Invece della rubrica Wish Books, ho deciso, di "festeggiare" al solito.... ovvero con un tag!
Sono stata taggata da Stefania Eika del blog La biblioteca di Eika e potete trovare il suo post QUI!




Sinceramente rispondere a questo tag non mi risulta per niente semplice! Ho la mente molto aperta in fatto di letture, quindi trovare dei libri che non vorrei leggere è difficilissimo! Ovviamente, al momento non credo li leggerei, ma in futuro chissà! Faccio qualche ricerca sul web e rispondo alle domande! :D


1) Un libro molto famoso che non sei interessato a leggere.
Dato che sta per uscire il film, direi It di Stephen King. In realtà vorrei leggere altro dell'autore, ma ho sempre avuto una certa paura dei clown, per cui, per ora non lo leggerò!


2)Una serie di libri che non comincerai/finirai.
Ho letto due serie erotiche e nessuna delle due mi ha lasciato granchè. Per cui direi tutte quelle del genere, ma nello specifico nomino la Crossfire Series di Sylvia Day. 


3)Un classico che non ti interessa.
Al momento i classici italiani non mi interessano quasi mai, quindi, un esempio è La coscienza di Zeno di Italo Svevo. 

4) Generi letterari che non leggi mai.
Non c'è un vero e proprio genere che non leggo mai, ma diciamo che quello che leggo in assoluto di meno è il giallo, perchè è difficile che riesca a prendermi e ad interessarmi!

5) Un libro che si trova nella tua libreria e che probabilmente non leggerai mai.
Non penso ci sia un libro che non leggerò mai! Però se proprio devo scegliere, direi, Progetto di morte di Robin Cook.



In realtà dovrei taggare qualcuno, ma non essendo in casa non posso avvisare nessuno, per cui, se vorrete rispondere, sarei contentissima di leggere le vostre risposte! :D



Ecco che per questo tag è tutto! Spero tanto che le mie risposte vi siano piaciute e spero che vogliate rispondere anche voi e che vi sentiate taggati da parte mia ù.ù Sono sempre contenta quando mi taggate anche perchè così posso conoscere tag di cui non sapevo l'esistenza! Quindi, se vi va, fate pure il tag sul vostro blog! Purtroppo essendo in "vacanza" non posso taggarvi! Inoltre, come sempre, grazie per commentare, per leggermi e per tutto! <3 Vi saluto e vi invito a tornare al prossimo post, se vi va! ^^ Buona serata!
Ika.

martedì 15 agosto 2017

#10 Ai fornelli con... Ika! Ricette dolci e salate per Ferragosto!

Buon pomeriggio e buon Ferragosto a tutti voi! :D Come va?
Eccitati per oggi? Cosa farete di bello oggi? E' ferragosto, per cui buona giornata! U.U
Io non ho assolutamente idea di cosa farò! Spero qualcosa di diverso e di carino, ma nel caso in cui non fosse così, mi accontenterò sicuramente di qualsiasi cosa! :D Se volete, fatemi sapere cosa farete voi, sono certa che vi divertirete e che passerete il tempo con i vostri cari! ù.ù Ora vi lascio al post, sperando vi piaccia o vi faccia solo un po' di compagnia! :3


Ai fornelli con... Ika è una rubrica molto molto molto saltuaria (ù.ù) nella quale mostrerò una ricetta semplicissima e veloce da realizzare che mi è piaciuta ed è consigliata!





Ho deciso di fare questo post per consigliarvi qualche ricettina veloce e gustosa per questa giornata!
Dato che in questa giornata è bello stare con gli amici o la famiglia all'aperto, ho pensato che le ricette migliori siano quelle veloci o facili da trasportare! Vediamole insieme... vi va?

Iniziamo dall'antipasto ma può anche essere un piatto unico, o meglio due piatti!


STRUDEL SALATO
Ingredienti:
350 g farina
1 cucchiaino sale
80 ml olio d'oliva
130 g acqua fredda
Procedimento:
L'impasto è davvero semplice, bisogna amalgamare tutti gli ingredienti, formando un panetto. Fare riposare questo impasto coperto da un canovaccio per almeno 30 minuti a temperatura ambiente. 
Una volta trascorso il tempo, stendere il composto abbastanza sottile e al centro mettere il condimento (io ho scelto di mettere 250 g di ricotta + spinaci q.b. frullati assieme) al centro dell'impasto stesso lasciando un bel po' di spazio ai lati. Tagliare tante striscioline proprio ai bordi, in modo da poter chiudere lo strudel, intrecciando le striscioline. Lo strudel va cotto in forno preriscaldato stati a 180° per 30/35 minuti.


CORNETTI SALATI
Ingredienti per la pasta:
300g di yogurt bianco non zuccherato
200g di formaggio spalmabile tipo Philadelphia
60g di olio di semi di girasole
mezzo cucchiaino di sale
una bustina di lievito tipo pizzaiolo
600g di farina
Farcitura:
Prosciutto cotto
Mozzarella
Procedimento:
In una ciotola amalgamiamo tutti gli ingredienti:  lo yogurt non zuccherato, il formaggio spalmabile, l’olio di semi, mezzo cucchiaino di sale e una bustina di lievito per torte salate tipo pizzaiolo. Mescoliamo bene e iniziamo ad aggiungere i 600g di farina poco per volta.
Trasferiamo l’impasto sul piano di lavoro e continuiamo con le mani fino a che abbiamo aggiunto tutta la farina e l’impasto è omogeneo ed elastico.
Ora lo dividiamo in due e con il mattarello stendiamo una sfoglia rettangolare. Con una rotella tagliamo la sfoglia in tanti triangoli. Adesso possiamo farcire i nostri cornetti salati, io ho scelto mozzarella e prosciutto cotto. Basta sistemare un po’ di ripieno nella parte larga del triangolo, lontano dai bordi. Prepariamo una teglia con la carta da forno e iniziamo a dare forma ai nostri cornetti allo yogurt. Partendo dalla base di ogni triangolo iniziamo ad arrotolare per terminare con la punta. Il latte che abbiamo usato terrà attaccata la forma.
Prendiamo l’altra metà dell’impasto e stendiamo un’altra sfoglia rettangolare con il mattarello, tagliamo i triangoli, e in questo caso li lasciamo vuoti. Quindi spennelliamo con il latte e arrotoliamo per dare la forma ai cornetti salati.
Ora spennelliamo la superficie dei cornetti con il tuorlo d’uovo e siamo pronti ad infornare a 180 gradi per 30-35 minuti.


E ora passiamo al dolce! Cosa c'è di meglio di un semplice plumcake?

PLUMCAKE CON FARINA DI RISO
Ingredienti:
140 g farina di riso
60 g fecola di patate
50 ml olio di semi
100 ml acqua
50 g di marmellata
1 bustina di lievito
1 uovo
50 g zucchero
1 yogurt alla vaniglia
Procedimento:
Sbattere l'uovo intero con lo zucchero. Intanto sciogliere un po' la marmellata con uno o due cucchiai di acqua. A questo punto, mescolare alle uova le farine, lo yogurt, la marmellata, l'olio, il lievito e infine l'acqua, tutto mentre si sta ancora sbattendo con le fruste elettriche. Rivestite uno stampo da plumcake con carta forno e riempitelo con l'impasto (sarà un bel po' liquido, ma tranquilli, va benissimo così!)

Ora non vi resta che cuocere in forno caldo a 180° per 30 minuti!

 



Dopo aver chiacchierato e giocato un po', sicuramente è arrivato un languorino! E ho due opzioni, una dolce e una salata, per accontentare tutti i palati!
Cominciamo dal salato!



GRISSINI AL SESAMO
Ingredienti:
200 g farina di semola di grano duro
300 g farina 00
semi di sesamo q.b.
15 g lievito di birra
5 cucchiai olio extravergine di oliva
zucchero q.b.
sale q.b.
500 ml di acqua tiepida
Procedimento:
In una terrina mescolare la farina, il lievito, un pizzico di sale e di zucchero. Versare quindi, 500 ml di acqua tiepida e 4 cucchiai di olio. Adesso amalgamate bene. Trasferite l'impasto sulla spianatoia e lavorare per 10 minuti. Ora riponete il panetto in una terrina unta d'olio, coprite con la pellicola e un panno e lasciate riposare almeno un'ora in un posto caldo.
Adesso foderate una teglia con carta forno. Dividete la pasta in due, ricavate da ciascun pezzo un rotolino di circa 40 cm. Dividete ogni impasto in 8 parti uguali e poi di nuovo a metà. Otterrete così 32 grissini. Per realizzarli vi basterà prendere una pallina di impasto, infarinarla, allungarla un po' con le mani et voilà, i vostri grissini hanno la loro forma!
Adesso trasferiteli sulla teglia e e farli lievitare per circa 10 minuti, poi spennellarli con acqua e cospargerli con i semi di sesamo (per far sì che si attacchino meglio, forse è meglio utilizzare l'albume d'uovo). Cuocere i grissini in forno caldo a 230° per 10 minuti. Spennellarli di nuovo e cuocerli per altri 5 minuti. Lasciare intiepidire e servire.

Possono essere conservati anche per una settimana in un recipiente con chiusura ermetica, cosa che ho fatto io!



Infine, il dolce!


BISCOTTI ALLE MORE
Ingredienti:
250 g farina integrale
70 ml olio di semi
2 cucchiai di miele
1/2 bustina lievito
50 g more (ma anche frutti di bosco)
Procedimento:
Impastare la farina con il lievito e le more. Aggiungere poi l'olio, il miele. Se li volete più dolci, vi consiglio di mettere un po' di zucchero di canna e, se il composto dovesse risultare troppo duro, aggiungete anche un po' di latte.
Dopo che avrete impastato per bene e gli ingredienti saranno totalmente amalgamati, create un panetto. Avvolgetelo nella pellicola trasparente e fatelo riposare almeno mezz'ora in frigorifero.
Trascorso il tempo di riposo, potete creare i vostri biscottini. Il composto si sfalderà un po' (ma forse perchè io non ho messo nè latte nè zucchero), per cui non sarà facile stenderlo.
Ora non vi resta che posizionare i biscotti su una teglia rivestita da carta forno e cuocere in forno a 180° per 8/10 minuti.





Ed ecco qui! Queste sono le ricettine che ho pensato fossero adatte alla giornata di ferragosto, sia per comodità di cottura e preparazione, sia per quella di trasporto! E' così? Spero proprio di sì! E voi che cosa pensate sia adatto a questa giornata? Cosa mangiate solitamente a Ferragosto? Io dipende dai casi! Spesso, se siamo in tanti, si fa la braciolata, altrimenti anche qualche panino, e via al parco! Il tutto accompagnato da frutta fresca e crostate! In effetti avrei potuto mettere anche una crostata, ma sarà per il prossimo anno, dai! Ora aspetto i vostri commenti se vi va :3 Altirmenti ci sentiamo al prossimo post! Buona giornata!
Ika.

lunedì 14 agosto 2017

Cover Love #198 Alice from Wonderland

Buon pomeriggio a tutti! Come state?
Spero che le cose vadano bene! Io sono ancora in Toscana (almeno credo!) e chissà cosa farò domani! Domani, infatti, è Ferragosto! E' una di quelle giornate in cui, giorni e giorni prima ci si chiede: cosa facciamo? e poi si passano periodi in cui si pensa, arrivando all'ultimo giorno senza sapere ancora nulla! xD Avendo pianificato i post in anticipo, non so bene cosa farò, speriamo qualcosa di carino! Ora vi lascio al post, sperando vi faccia compagnia :3


Cover Love è una rubrica settimanale, postata il lunedì nella quale mostro le cover in giro per il mondo di un determinato libro e decreto la migliore e la peggiore, secondo il mio personale punto di vista.

Questa settimana: Alice from Wonderland di Alessia Coppola





Cover Spagnola


Cover Italiane (Originale)



Ecco le cover che ho trovato! Lo so, sono solo due, ma almeno sono diverse, quindi va bene, dai! :D Allora cominciamo! Ho letto il libro, ma le trovo tutte e due molto adatte, quindi mi baso solo sull'estetica! Credo proprio che la mia preferita sia la copertina spagnola. Mi piace tantissimo il soggetto, i colori, il font, mi piace troppo! :D Di conseguenza, "la peggiore" è la cover italiana. In realtà, mi piace tanto anche quella, per cui si tratta solo di dire quale preferisco di meno xD



Ok! Queste sono le mie opinioni! Sì, so che non è un post chissà quanto lungo e pieno di contenuti, ma che posso farci? Anzi, da una parte preferisco fare questi post un po' meno ricchi in questo periodo in cui molte persone non leggono i post sul blog! In realtà, potrei benissimo non pubblicare nulla, ma mi piangerebbe un po' il cuore lasciare il blog per così tanto tempo! Dovrei staccarmi un po', lo so! Anyway, avete letto questo libro? Siete d'accordo con me riguardo le copertine oppure no? Se vi va lasciatemi un commento, altrimenti ci sentiamo domani!
Ika.

sabato 12 agosto 2017

Review of the Week #197 Come inciampare nel principe azzurro - Anna Premoli

Buon pomeriggio e buon sabato!
Anche se sono qui per aiutare mia cugina con lo studio, essendo sabato, le concedo sicuramente il pomeriggio libero ù.ù Sono pur sempre vacanze, no? Credo che sia giusto fare così! E spero tanto di essere in grado di aiutarla perchè la cosa non è per niente scontata >.< Poi vi farò sicuramente piacere, ma sperate per me che abbia da dirvi solo cose positive ù.ù Non so se vi sto dicendo sempre le stesse cose, ma nel caso, vi chiedo scusa! Ora vi lascio alla recensione :3


Review of the Week è una rubrica a cadenza settimanale, postata solitamente il sabato, nella quale si recensisce un determinato libro letto in precedenza, con annessa votazione.

Questa settimana: Come inciampare nel principe azzurro di Anna Premoli





Titolo Come inciampare nel principe azzurro
Autore Anna Premoli
Prezzo € 5,90
Dati 2014; 318 p., Rilegato
Editore Newton Compton
ISBN 9788854167483
Quale ragazza non sogna di sfondare nel proprio lavoro sfruttando la possibilità di trascorrere un anno all'estero? È proprio questa la grande opportunità che un giorno si presenta a Maddison: ma l'inaspettata promozione arriva sotto forma di un trasferimento dall'altra parte del mondo, in Corea del Sud! Maddison, però, è solo all'apparenza una donna in carriera. In realtà è molto meno motivata delle sue colleghe e per nulla attratta dall'idea di stravolgere la sua vita. Come è possibile che abbiano pensato proprio a lei, che del defilarsi ha fatto da sempre un'arte, che ha il terrore delle novità e di mettersi alla prova? Una volta arrivata in Corea, il suo capo, occhi a mandorla e passaporto americano, non le rende neanche facile adattarsi al nuovo ambiente. Catapultata in un mondo inizialmente ostile, di cui non conosce nulla, di cui detesta le abitudini alimentari e non solo, Maddison si vedrà costretta a tirar fuori le unghie e a crescere una volta per tutte. E non è detto che sulla sua strada non si trovi a inciampare in qualcosa di bello e del tutto imprevisto!


La mia recensione:
Maddison ha fatto richiesta per trasferirsi nella dalla sua Londra a New York, solo New York. Ma la vita ha una sorpresa in serbo per lei, o meglio, il suo direttore. Invece che gli Stati Unite, Maddy dovrà trasferirsi per un anno in Corea del Sud! E a peggiorare le cose, dovrà partire ed avere a che fare con un capo apparentemente tutt'altro che elastico.
Ho sempre voluto leggere qualcosa dell'autrice perchè ne ho sempre sentito parlare più o meno bene e ora capisco perchè.
La storia comincia con una giornata normale per Maddison, anche se non del tutto, perchè scoprirà la destinazione, per niente ambita, del suo trasferimento e a raccontarci ciò è proprio la protagonista che lo fa con un linguaggio semplice, ironico, tagliente; un modo di pensare e di esprimersi personale e realistico. Inutile dire che ho apprezzato tutto ciò. 
Maddison ,proprio come il suo linguaggio, è sarcastica, ha sempre la battuta pronta, ama il buon cibo e forse è un po' meno sicura di come si sente. Inoltre, ha le sue convinzioni che, però, col passare del tempo, sarà costretta a modificare o ribaltare. Una volta in Corea, infatti, potrà contare solo su se stessa per vivere in un mondo totalmente diverso dal suo, dovrà tirare fuori tutta la sua forza di volontà e le unghie. Ciò la cambierà, la farà crescere, le farà aprire la mente. 
Un altro fattore che ho apprezzato è lo studio che, secondo me, c'è stato dietro questo libro. Ci sono, in effetti, descrizioni di vita e di ambienti, di cibi, di modi di fare che, senza un approfondimento, sarebbe stato difficile conoscere. Mi è piaciuto tutto ciò perchè permette, oltre a Maddy, di conoscere qualche cosa su una cultura diversa e la cosa non può che essere positiva. Inoltre, il rapporto che ha con Mark, il suo capo in Corea, è del tutto non convenzionale e chissà, forse piano piano riuscirà a trovare un punto di incontro tra i due.
In generale, ho trovato la storia ben scritta, piacevole, grazie alle sue particolarità, divertente, a volte anche tenera e penso proprio che meriti di essere letta!
Perciò ve lo consiglio!
Voglio assolutamente leggere altro dell'autrice!



La mia votazione: 
 Bello!




Benissimo! Anche per questa recensione è tutto! Ho letto questo libro ormai qualche mese fa eppure ne conservo un ricordo molto molto piacevole! Sono contenta di averlo letto perchè volevo leggere, come già detto, da tempo qualcosa di suo, e la cosa è stata piacevole, per cui cosa c'è di meglio? Anche voi la pensate come me? Siete d'accordo con le mie parole? Se non avete letto, vi ho invogliato a leggerlo? Se vi va, fatemi sapere con un commentino con i vostri pareri, ma, se non vi andasse, potete sempre tornare nel prossimo post! Vi saluto, per ora! Buona serata!
Ika.

giovedì 10 agosto 2017

Wish Books #200




Wish books è una delle rubriche preferite dal blog. Viene pubblicata ogni giovedì e ha lo scopo di far conoscere la lista dei libri dei desideri. Ogni settimana vengono proposti tre titoli.







Titolo Tutta colpa di Parigi
Autore Juliette Sobanet
Prezzo € 5.90
Dati 2016; 317 p., Rilegato
Traduzione B. Palattella
Editore Newton Compton
ISBN 9788854194465
Quando Chloe Turner, organizzatrice di eventi, si sveglia senza soldi né passaporto all'hotel Plaza Athénée di Parigi, le diventa chiaro da subito di essere finita nei guai. Gli unici ricordi che ha sono legati a Claude, l'uomo francese che l'ha convinta a bere parecchio la sera precedente... prima di rubarle tutto e filarsela. Sempre alle prese con i drammi della sorella minore, l'ansia del padre e quella dei suoi clienti, Chloe è preparata a far fronte ai disastri. Ma questa volta è diverso: il suo fidanzato è appena tornato da un viaggio e un truffatore francese è scappato con il suo anello di fidanzamento. Questa è una catastrofe che davvero non sa se riuscirà a gestire. Ma i guai non sono finiti perché la polizia decide di indagare su alcune attività sospette legate al suo conto in banca e l'unica speranza che ha di recuperare il suo passaporto, finito nelle mani di Julien, un misterioso e sexy agente sotto copertura, è appesa a un esile filo. Decide comunque di addentrarsi nella sconosciuta campagna francese scoprendo un mondo lussureggiante che non sapeva esistesse. E non può fare a meno di chiedersi se la vita perfettamente ordinata che ha costruito per se stessa è quello che davvero vuole...



Titolo Deathdate
Autore Lance Rubin
Prezzo € 9,99
Dati 2017; 336 p., Rilegato
Editore De Agostini
ISBN 9788851140182

Denton Little ha diciassette anni e una sola certezza: morirà la notte del ballo di fine anno. Ma - escluso il pessimo tempismo - nulla di strano. Perché il mondo di Denton funziona così: tutti conoscono la data della propria morte, e tutti aspettano il fatidico momento contando i minuti. Per questo, fino a oggi, la vita di Denton è stata piuttosto normale: la scuola, gli amici e Taryn, la fidanzata. Ma ora mancano due giorni al ballo... e Denton sente di non avere più un secondo da sprecare. Non soltanto perché vuole collezionare più esperienze possibili in meno di quarantotto ore - la prima sbronza, la prima volta, e il primo tradimento - ma anche perché le cose sembrano essersi improvvisamente complicate. Chi è l'uomo sbucato fuori dal nulla che dice di avere un messaggio da parte di sua madre, morta ormai da molti anni? È soltanto un pazzo? E allora perché suo padre ha iniziato a comportarsi in modo tanto bizzarro? D'un tratto le ultime ore di Denton Little si trasformano in una corsa contro il tempo, una disperata ricerca della verità. E forse di una via d'uscita.



Titolo The Affiliate
Autore K. A. Linde
Prezzo € 16.03
Dati 25 ottobre 2016; 320 pp.; Copertina flessibile
Editore Ascension
Lingua Inglese
ISBN 978-1682308752
Nel giorno della Presentazione, davanti a tutta la Byern Court, i piani a lungo termina della diciassettenne Cyrene Strohm si realizzano quando lei viene scelta per una delle più prestigiose posizioni nella sua città natale, un'Affiliata della Regina.
O questo è quello che pensa.
Quando Cyrene riceve una misteriosa lettera e un libro illegibile, capisce che niente è come sembra. Spinta in un mondo di pericolosi intrighi politici e magia mortale, la posizione di Cyrene diventa ancora più pericolosa quando si ritrova attratta da un uomo che non potrà mai avere... Il re Edric in persona.
Cyrene deve decidere se l'amore vale il prezzo della libertà.




Benissimo! Queste sono le tre proposte della settimana! Sono abbastanza soddisfatta perchè hanno tre trame molto diverse tra di loro, quindi spero sempre di riuscire ad accontentare la maggior parte di voi! Ovviamente, vorrei sapere se è veramente così! Mi farebbe piacere condividere questo genere di cose e sapere i vostri pareri! E' anche per questo che esiste questo blog, no? :) Perciò, se volete ditemi cosa pensate di questi libri, se li conoscete, se li avete letti e tutto ciò che volete! Sono qui per questo! :D Bene, ora vi saluto e vi invito a tornare, come sempre, al prossimo post! :D Buona serata!
Ika.

martedì 8 agosto 2017

Booktack #33 Welcome to mystery

Buon pomeriggio a tutti! Come va?
Mi auguro che starete tutti bene e sarete tutti felici ù.ù Lo so, avevo detto che non avrei fatto le rubriche in collaborazioni, ma parlando con la cara Babuska siamo riuscite a trovare un modo per fare tutto in tempo prima della mia partenza! La ringrazio per la pazienza che ha sempre! Quindi, ecco la rubrica che forse vi piace meno di tante altre ç_ç E la cosa mi dispiace un sacco perchè a me piace un sacco! Perciò vi lascio al post sperando vi piaccia, stavolta ù.ù


Booktrack è una rubrica a cadenza mensile, ideata dai blog Libri per Vivere e Dreaming Wonderland. Un blog al mese sceglie una canzone che ama, illustrandone testo o traduzione (quando serve) ed entrambi devono identificare un libro con la determinata canzone spiegandone i motivi





Per questo mese, la canzone è stata scelta da Babuska, che ha scelto Welcome to mystery di Plain white T  La conoscete?? :)





Questa canzone a Babuska ricorda:
Inizialmente questa canzone mi aveva fatto pensare a un luogo utopico (precisamente Utopia di Thomas Moore), però l'insistenza sul fatto che sia un luogo immaginario dove rifugiarsi e la parola "messere" mi hanno fatto pensare a Un ponte per Terabithia di Katherine Paterson
Jesse è un bambino introverso, che non è molto considerato dalla sua famiglia. Un giorno nella sua classe arriva una nuova compagna, Leslie, e Jesse scopre che è anche sua vicina di casa. I due diventano amici e immaginano un luogo fantastico, Terabithia, del quale sono i regnanti, dove si rifugiano nel pomeriggio e dove vivono molte avventure. A questo luogo penso possano riferirsi le parole della canzone.


Questa canzone a Ika ricorda:
Appena ho letto le prime frasi della traduzione del testo ho avuto un solo libro in testa, ovvero The girl in between di Laekan Zea Kemp. Trovo che la canzone parli di un mondo a cui si accede tramite la mente, un mondo creato da noi stessi, un mondo in cui vivere e in cui non ci sono tutti i problemi di quello reale. Il libro, per l'appunto, parla di Bryn, una ragazza con una malattia che a periodi la fa dormire per giorni interi. Durante questo sonno, però, viaggia con la mente. Entra in un'altra dimensione, in cui ci sono altre persone, altri oggetti, un altro mondo vero e proprio. Per cui, avendomi dato la stessa impressione della canzone, non potevo che fare questa scelta! 




Ed ecco la traduzione della canzone con evidenziate le parti che più mi fanno pensare al libro :)

Immagina un posto nel quale puoi sempre scappare
Un isola a largo della costa di nessun luogo
Una nuova destinazione di tua stessa creazione
In attesa solo che tu decida di andar li

Un blu di cui discutere e cieli di velluto
Un blu pronto a sbalordirti
Oooo
Questo è un luogo in cui la tua mente può scappare da
Tutti i problemi oggi e andare lontano, lontano
Questo è un tempo senza storia
Benvenuto nel mistero

Immagina una città dove tutto è bello
E voi, messere, comandate il regno
Quando arrivi partono gli spari, e puoi fare quello che vuoi
Oh immagina la libertà

Un blu di cui discutere e cieli di velluto
Un blu pronto a sbalordirti
Oooo
Questo è un luogo in cui la tua mente può scappare da
Tutti i problemi oggi e andare lontano, lontano
Questo è un tempo senza storia
Benvenuto nel mistero

Un blu di cui discutere e cieli di velluto
Un blu pronto a sbalordirti
Oooo

Immagina in cui i fiori sbocciano
Dalle crepe nel pavimento e nel soffitto
Solo tu e tua moglie, e rose e baci
Mio dio, che sensazione meravigliosa

Oooo
Questo è un luogo in cui la tua mente può scappare da
Tutti i problemi oggi e andare lontano, lontano
Questo è un tempo senza storia
Benvenuto nel mistero

Questo è un luogo in cui la tua mente può scappare da
Tutti i problemi oggi e andare lontano, lontano
Questo è un tempo senza storia
Non sentire alcun mistero
Vieni a farmi visita
Benvenuto nel mistero





QUI il post di Babuska.
Bene! Questo è quanto! Sono contenta di questo post perchè stavolta credo proprio che la scelta sia azzeccatissima! Inoltre, la canzone fa parte della colonna sonora di Alice in Wonderland e, shame on me, non la conoscevo! L'ho ascoltata e l'ho adorata, per cui penso proprio che finirà dritta nel mio caro e dolce mp4! Comunque questo non è importante! Quale libro avreste associato a questa canzone? Siete d'accordo con le nostre scelte? Come sempre sarei tanto curiosa di conoscere le vostre opinioni, ma qualora non vi andasse, vi invito a tornare al prossimo post! :D Buona serata!
Ika.